Questa casa è un hotel

di Giada Barbarani

Il segmento più in crescita del mercato immobiliare? le branded residences, ville e appartamenti firmati dai più grandi nomi dell’hÔtellerie con servizi a cinque stelle. Per sentirsi a casa come in hotel.

residence hotel nel mondo
MONTENEGRO. One&Only. Le dieci Private Homes Portonovi, affaciate sul Mar adriatico, offrono soluzioni da 3 e 4 camere da letto, con accesso alla spiaggia privata dotata di molo, cortile e piscina.

Chi non ha mai sognato di poter usufruire nella propria casa di tutti i comfort di un grande albergo? Una realtà ormai possibile grazie alle branded residences, punto di unione tra il residenziale e l’hospitality, un settore che nel campo del mattone è sempre più in crescita. A dirlo sono i numeri.

Secondo le stime di Savillis, società immobiliare fondata nel Regno Unito nel 1855 e tra le più importanti al mondo, negli ultimi dieci anni questa divisione è, infatti, cresciuta del 230% e, nei prossimi cinque, la disponibilità di branded residences raddoppierà, fino a contare 900 progetti al 2026 (oggi sono 580 di 133 brand, per un totale di 100mila unità immobiliari).

A far da apripista, i grandi nomi dell’hôtellerie (certi di una sicurezza economica data non solo dalle vendite, ma anche dalle spese di manutenzione), seguiti da nuovi marchi che hanno deciso di investire in questa nicchia di mercato che attrae un target di high spender.

Non a caso, tra le destinazioni più richieste ci sono Dubai, Miami e New York, seguite da Mumbai, Boston, Mosca e Londra (unica città europea presente nella classifica top 20 del mondo), mentre, secondo le previsioni, la crescita maggiore, si parla del 250%, sarà in Brasile, a San Paolo. Interessante vedere come le catene alberghiere di lusso si stanno muovendo.

One&Only Private Homes, il concept di One&Only che offre unità residenziali indipedenti all’interno delle tenute dei resort, dopo Messico, Mauritius e Malesia, ha puntato sul Montenegro, dove ha inaugurato lo scorso maggio le 10 esclusive residenze di Portonovi; mentre è prevista per il 2023 l’apertura di Kea Island, in Grecia.

GRECIA. One&Only.  Tra i benefit dei proprietari, concierge e tariffe ad hoc per soggiorni nei resort del Gruppo.

Il pacchetto proposto è all inclusive: grazie al One Contact, il proprio referente personale, si viene guidati non solo in ogni fase del processo di acquisto, ma anche post.

Tutte le attività di gestione successive, dalla manutenzione ordinaria al riscaldamento della piscina, fino allo stoccaggio dei frigoriferi, sono, infatti gestite da lui, in modo tale che i proprietari non devono preoccuparsi di niente né prima, né durante, né dopo la vacanza.

Vacanza che, volendo, potrebbe essere prolungata in un’altra destinazione One&Only: gli investitori, infatti, godono di diversi benefit, come tariffe preferenziali nei resort del Gruppo.

Grandi novità anche per le Four Seasons Private Residences con le aperture, previste per il 2022, a Fort Lauderlade, sulla costa atlantica della Florida del Sud, e a Dubai at Jumeirah, progetto residenziale che comprende 28 case e ville di lusso, con servizi dedicati, come piscina, Spa, kids club, parco giochi…

SPAGNA. Four Seasons Private Residences. A Madrid, 22 appartamenti curati dal designer Luis Bustamante.

Queste due nuove destinazioni vanno ad aggiungersi a quelle di Miami (150 residenze nelle due torri contemporanee che sorgono sopra lo storico Surf Club progettato da Russell Pancoast nel 1930), di Madrid (22 appartamenti curati dal designer Luis Bustamante nel cuore della capitale, tra la Puerta del Sol e il Barrio de las Letras), e di Abu Dhabi Maryah Island, all’interno dell’edificio a 34 piani con vista sullo skyline.

Anche per i proprietari delle residenze firmate Four Seasons, le esperienze sono su misura del brand: Spa, ristoranti, cinema, catering, butler e governante.

a casa come in hotel
FLORIDA. Four Seasons Private Residences. Novità del 2022, le 90 residenze private a Fort Lauderdale, sulla costa atlantica della Florida del Sud.

Sempre ad Abu Dhabi, si trova Al Wathba, A Luxury Collection Resort, del Gruppo Marriott che, attraverso i suoi brand, propone diverse soluzioni nel mondo: dal The St. Regis Cairo, in Egitto, alle Home & Villas by Marriott International (in questo caso si tratta di oltre 44mila proposte in affitto).

a casa come in hotel
WORLD. Home & Villas by Marriott International. 44mila affitti di case di lusso in più di 500 località nel mondo, con oltre 150 chalet nelle più famose destinazioni sciistiche europee.

E poi, il The Westin Resort Costa Navarino, in Grecia, perfetto per gli amanti del golf che qui possono godere di due campi tra i più belli del Mediterraneo.

GRECIA . The Westin Resort. Ville familiari, con due o tre camere da letto, e tutti i benefit del prestigioso albergo Costa Navarino.

Tornando verso il Golfo Persico, a Dubai, l’indirizzo più prestigioso è quello firmato, e disegnato, da Elie Saab: lo stilista libanese ha, infatti, realizzato nel 2019 gli interni di una torre all’interno del palazzo a Emaar Beachfront Dubai, della società immobiliare Emaar Properties, leader del settore.

DUBAI. Elie Saab Residences. Grand Bleu Tower, realizzato dal designer per la società immobiliare Emaar.

L’haute design dello stilista ha avuto successo, tanto da essere riproposto in nuovi progetti legati al real estate: al Cairo, per 200 ville, e a Londra, con una serie di abitazioni premium.

Il futuro immobiliare
NEW YORK. One Wall Street.

Dalla City alla Big Apple, il lusso non conosce confini. E questo vale per i fortunati proprietari degli appartamenti di One Wall Street, l’iconico edificio Art Déco di 56 piani a Lower Manhattan, tra Wall Street e Broadway, progettato da Ralph Walker, l’architetto del secolo per il New York Times.

Comprato nel 2014 da Macklowe Properties, la società del tycoon Harry Macklowe, è uno degli edifici più ambiti di New York. All’interno, ancora in via di realizzazione, 566 appartamenti, 174mila di spazi commerciali e 100mila di spazi ricreativi.

E poi, l’esclusivo The One Club, dedicato solo ai condomini, per poter accedere a piscina panoramica, palestra, Spa, cortili e giardini al 38° piano del palazzo; mentre il piano superiore è dedicato al divertimento, con lounge, sala da pranzo, spazio per eventi, bar. E poi, sale di co-working e quelle per i bambini.

Inutile dire che il concierge è presente 24 ore su 24, sette giorni su sette.

New York, vedendo il mercato immobiliare, sicuramente rimane una città su cui investire, come Montecarlo, destinazione tra le più ambite per chi è in cerca di una seconda (o prima) residenza.

MONTECARLO. Société des Bains de Mer. One MonteCarlo. Gli immobili residenziali sono sei, di 5-13 piani, con 37 appartamenti, dai 60 agli 800 metri quadrati.

E proprio qui la Société des Bains de Mer ha realizzato One Monte-Carlo, il quartiere più esclusivo della Riviera. La più antica società del Principato di Monaco, fondata 150 anni fa, che ha fatto dell’art de vivre la sua filosofia, completa così la sua offerta.

Accanto ai quattro hotel (de Paris Monte-Carlo, Hôtel Hermitage Monte-Carlo, Monte-Carlo Beach, Monte-Carlo Bay Hotel & Resort), ai casinò, ai ristoranti stellati (Alain Ducasse e Yannick Alléno), ai centri termali e ai locali dedicati al divertimento (gli iconici Jimmi’z e il Buddha Bar), ha voluto creare un complesso residenziale con 37 appartamenti di design, che vanno dai 60 agli 800 metri quadrati, inseriti in un contesto unico. Le proposte sono molte e in continua crescita. Non resta che investire.

gentleman magazine italia editoriale Gentleman&Lei Maggio cover

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo