Al Four Season di Londra i cocktail per brindare all’8 marzo

di Giuliana Di Paola

Al Four Seasons di Londra si brinda all’8 marzo con cocktail dedicati alla grandi donne della storia francese creati da Thanos Tzanetopoulos e Anne-Sophie Pic, la chef più blasonata al mondo

8 marzo cocktail
Da sinistra, Edith Piaf, Vionnet, Madame de Pompadour, Simone Signoret, Colette, Mistinguett.

 

Alla Dame de Pic di Londra si brinda all’8 marzo con i cocktail creati da Thanos Tzanetopoulos, mixologist del Rotunda bar del Four Seasons e Anne-Sophie Pic, la chef più blasonata al mondo, dedicati alla grandi donne della storia francese, da Madame de Pompidour a Colette.

8 marzo cocktail
Madame de Pompadour (rum, porto, limone, fave di Tonka e sciroppo di tè verde Genmaicha).

Madame de Pompadour

Il cocktail s’ispira alla favorita di Luigi XV, la potente amante del Re di Francia nota per i gusti raffinati e la passione per il tè, un rito pomeridiano che a Versailles era servito nelle più fini porcellane. Da qui il drink con Rum Plantation, Porto Fonseca, limone, fave di Tonka e sciroppo di tè verde Genmaicha. 

cocktail 8 marzo
Mistinguett (gin, Champagne, liquore di camomilla e zafferano, Orange Bitter).

Mistinguett

Si tratta di un twist sul Cocktail Champagne che rende omaggio alla più famosa vedette delle Folies Bergère a base di G’Vine Gin, Champagne Ayala Brut Nature, liquore alla camomilla e allo zafferano, e Orange Bitter.

cocktail 8 marzo
Colette (vodka, Champagne, cordiale ai fiori di sambuco).

Colette

Alla grande scrittrice e femminista è dedicato il Sidonie-Gabrielle Colette, un cocktail a base di vodka, champagne e cordiale ai fiori di sambuco, delicato e rinfrescante ma che sa rappresentare la sua personalità poliedrica e provocante. 

cocktail 8 marzo
Madeleine Vionnet (Calvados, Curaçao, limone, violetta e zucchero).

Vionnet

Nota per i suoi abiti taglio a sbieco, Madeleine Vionnet ha rivoluzionato la forma della moda. Alla pioniera della couture è abbinato un drink floreale e agrumato. Deciso, ma senza inutili ostentazioni, come le sue creazioni, vere e proprie architetture da indossare. Il cocktail agrodolce e frizzante è un mix di Calvados, Curaçao, limone, violetta e zucchero.

cocktail 8 marzo
Edith Piaf (gin, Campari, barolo chinato, Umeshu e distillato di prugne).

Edith Piaf

Il passerotto della chanson francese ha ispirato un drink potente, come la voce che usciva dal suo esile corpo (da cui il suo nome d’arte: piaf significa uccellino).  Si tratta di un cocktail ricco e intenso con gin invecchiato Hart & Dart, Campari e barolo chinato Cocchi e due distillati di prugna Akashi-Tai Umeshu e Capreolus Plum Eau de Vie.

rotunda cocktail bar four seasons
Il Rotunda cocktail bar del Four Seasons di Londra gestito da Thanos Tzanetopoulos.

Simone Signoret

E per finire il Simone Signoret, con gin, basilico, yuzu, cocco e top di soda. Un cocktail bilanciato e ricco come la gamma recitativa della grande interprete del cinema francese compagna di Yves Montand.

four seasons londra
La facciata del Four Seasons Ten Trinity di Londra.

gentleman luglio 2022 speciale sport

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo