Gentleman Settembre. Made in Italy al cubo

di Giulia Pessani

Il numero di Gentleman settembre, in edicola il 27 agosto, è dedicato alla nautica, al design e alla moda. Una ripartenza ai massimi livelli per le aziende italiane che nel mondo esportano uno stile di vita amato, desiderato e ricercato da tutti. Ecco chi sono i grandi protagonisti

gentlemna-magazine-italia-editoriale-gentleman-settembre-andrea-bonomi

Settembre, per tutti il vero inizio dell’anno. E si riparte con la spinta di tre importantissimi appuntamenti per il Made in Italy: il Salone del Mobile di Milano (dal 5 all’11 settembre) e gli yacht show di Cannes (dal 7 al 12 settembre) e di Genova (dal 16 al 21 settembre). Arredo e nautica, due settori in cui l’Italia eccelle nella progettazione e nella produzione e che, insieme con la moda (dal 21 al 27 settembre la Milano Fashion Week), il cibo e il vino, ci rendono unici, interessanti e attraenti in tutto il mondo. L’italian lifestyle è un brand internazionale, un asset per il sistema paese, lo strumento per far affluire da tutto il mondo il denaro di chi ama la bellezza e desidera vivere bene. E da qui si riparte.


PROTAGONISTI

In copertina, Andrea Bonomi, leader del private equity, fondatore di Investindustrial, è appena tornato in prima pagina per l’operazione Zegna (quotazione a New York attraverso una Spac) ed è un grande protagonista anche del Salone del Mobile di Milano: la sua Design Holding, costituita alla pari con The Carlyle Group, controlla il più grande polo mondiale del design con B&B, Arclinea, Flos, Azucena, Maxalto, Louis Poulsen e l’ultima acquisizione, YDesign, piattaforma californiana di e-commerce.

E non si ferma qui: è recentissima la costituzione di Fashion Furniture Design (FF Design), una joint venture con Fendi (marchio di Lvmh) per lo sviluppo di Fendi Casa, inoltre, sempre restando nel settore dell’abitare, in portafoglio Investindustrial ha anche Jacuzzi. Non poteva mancare una grande novità di Design Holding per Milano: D Studio, showroom 2.0 che inaugura in settembre, in via Durini nello storico flagship di B&B, uno spazio integrato in cui conoscere, scoprire il miglior design e, in modalità ibrida, passare dall’acquisto fisico a quello digitale.


MASTERS OF TE SEA

gentleman-magazine-italia-gentleman-settembre-masters-of-the-sea-bernardo-zuccon
Lo yacht designer Bernardo Zuccon con il progetto del Alloy44 realizzato per Sanlorenzo. @GuidoFuà.

Molto vicino, anzi, intrecciato con il design, è il settore della nautica: in Italia sono nati i più importanti cantieri del mondo e qui si produce il maggior numero di unità sopra i 24 metri. Un’eccellenza che, radicata nell’Arsenale di Venezia e nella storia delle Repubbliche marinare, oggi tiene alta la bandiera del Made in Italy in tutti i mari.

Da Cannes a Genova, è una stagione di grande fermento per le novità che i brand, dopo tanta attesa, mettono in acqua. Il morale è alto perché la produzione 2022 è di fatto già tutta esaurita, a qualsiasi livello, dai gommoni ai superyacht. Vale per i due più importanti gruppi italiani, Azimut-Benetti e Ferretti (che costituirà addirittura un nuovo polo produttivo a Taranto, in Puglia), come per gli altri cantieri.

Perché design e yachting sono così vicini? È cambiato il modo di costruire le barche, raccontano a Gentleman gli architetti e i progettisti più richiesti e contesi da brand e armatori (sopra, protagonista della seconda cover, Bernardo Zuccon). Prima gli yacht erano progettati per «andar per mare», oggi per «vivere il mare», cioè come ville o isole private, dotate di tutti i comfort e del miglior design.

Anche nel settore nautico c’è fermento per quotazioni (la più recente, The Italian Sea Group, in cui ha investito la Giorgio Armani Spa) e acquisizioni. Oggetto del desiderio di molti, un’icona della vela di superlusso, Perini Navi.

Sono in lizza per il cantiere viareggino Azimut-Benetti (suo dirimpettaio nel porto versiliese), Ferretti e Sanlorenzo (che a febbraio hanno costituito insieme una newco per il salvataggio), ma si sono fatti avanti anche Palumbo Superyacht, The Italian Sea Group e dall’estero, sembra, il prestigioso Lurssen Yacht, tedesco con sede a Brema. C’è chi parla addirittura di Larry Allison che ha una barca in costruzione proprio da Perini.

Di chi saranno le magnifiche navi alate? In attesa di scoprirlo, chi ama la vela può leggera della Ocean Race Europe, la prima regata dedicata alla salvaguardia dei mari, dei nuovi progetti per Luna Rossa di Patrizio Bertelli e Marco Tronchetti Provera e dell’iniziativa di charity dell’imprenditrice Diana Bracco, che ha donato una splendida barca d’epoca al Comune d’Imperia per insegnare ai giovani i mestieri del mare, dal maestro d’ascia allo skipper.

Tendenze, moda, auto (con i fuoristrada Durissimi&Purissimi), mixology, country weekend e molti altri temi arricchiscono questo numero. Buona lettura.


Per scaricare la tua copia, vai sull’edicola digitale.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo