Moto perpetuo

di Nicola D. Bonetti

Eleganti, innovative o rivoluzionarie. Cittadine pronte all’escursione, crossover per l’avventura, grandi sport-tourer per viaggiare E café racer per sognare. Le moto più belle del 2022

La primavera rappresenta un forte richiamo per il motociclista. L’occasione più attesa dopo la 78ª edizione di Eicma, il salone del settore dove gli appassionati pregustano le anticipazioni per il 2022. Gentleman ha selezionato le novità più interessanti delle varie categorie.

Adventure: Triumph Tiger 1200

gentleman magazine italia le moto più belle del 2022 MY22-Tiger

Ricambio generazionale per Triumph Tiger 1200: presentata per celebrare i 120 anni del marchio britannico è stata profondamente rivisitata, come dimostra un parametro su tutti, la riduzione del peso di 25 kg. Elegante nello stile disegnato dall’italiano Rodolfo Frascoli (già autore di Suzuki Katana e affezionato autore di Triumph), la nuova sfidante nella categoria adventure miscela carattere, carisma e prestazioni.

Progettata per essere la più potente e leggera del genere, con maneggevolezza e specifiche al vertice, è offerta con una gamma di cinque versioni: Tiger 1200 GT e GT Pro (con serbatoi da 20), GT Explorer (da 30), per passare alle più spinte Rally Pro e Rally Explorer (20-30 litri rispettivamente), ma cambia anche la ciclistica (ruote anteriori da 21 o 19”) per assecondare le diverse intenzioni di utilizzo, fuoristrada o su asfalto.

gentleman magazine italia le moto più belle del 2022 Triumph MY22-Tiger-1200-ENGINE-FWCTA
Un particolare del nuovo motore.

D’alto livello la componentistica: dalle sospensioni semi-attive Showa ai freni Brembo Stylema con cornering Abs. Tutto nuovo il robusto motore da 1.160 cc a tre cilindri paralleli fronte-marcia: eroga 148 CV a 9.000 giri e 130 Nm di coppia a 7.000, superando ogni concorrente. Nuova anche la colonna sonora, coinvolgente. Prezzi da 19.300 euro.

Café racer: Norton V4CR TVS Motors

gentleman magazine italia le moto più belle del 2022 Norton V4CR 2

Nuova sfida per l’altro storico marchio inglese, ora acquisito dall’indiana TVS Motors che sembra volerne rinnovare i fasti. Norton V4CR la cui sigla unisce il motore a quattro cilindri a V utilizzato per correre tra le Superbike, con la carrozzeria essenziale da café racer. Spinta dal 1.200 con 185 CV (progetto Ricardo) che la porrebbe oltre la concorrenza delle naked corsaiole. Stilisticamente ha diverse coperture del radiatore e prese d’aria laterali: elementi che si notano meglio per l’assenza di carenature.

Tutta nuova la coda, come l’accenno di cupolino attorno al faro tondo, che regge e protegge la strumentazione. Forcella Öhlins nera e semi-manubri per sostenere il ruolo da café racer, con pedane arretrate, incuranti del comfort ma mirando allo stile grintoso. Non è ancora noto il prezzo, né la consegna, lasciando languire nell’incertezza primaverile gli appassionati del marchio.

Roadster o Tourer? Moto Guzzi V100 Mandello

A lungo attesa l’ultima interpretazione del bicilindrico a V che ha fatto la storia del marchio italiano: Moto Guzzi V100 Mandello, con tre contenuti nel nome: V per l’architettura, 100 per gli anni dalla fondazione e Mandello (del Lario) per la sede storica.

Tutta nuova, offre tecnologie inedite: prima mondiale per l’aerodinamica attiva che tramite deflettori riduce del 22% la pressione dall’aria al pilota, secondo velocità e modalità di guida selezionata (Viaggio, Sport, Pioggia e Strada, ognuna con tre mappature del motore), e il cupolino si solleva elettricamente.

Prima Guzzi con sospensioni semiattive Öhlins, capaci in gradi di adattare automaticamente la frenatura idraulica, e molte altre soluzioni hi-tech mai adottate finora. Il motore è inedito: bicilindrico a V di 90° di 1.042 cc raffreddato a liquido, teste ruotate e scarichi verso l’esterno; con blocco più corto di 103 mm rispetto alla V85 TT, migliora la posizione in sella per i lunghi viaggi, anche in due.

Potenza oltre 115 cavalli, coppia di 105 Nm (90% da 3.500 giri) e allungo fino a 9.500, sospensione posteriore monobraccio in alluminio con trasmissione a cardano, priva delle note reazioni: promette piacere di guida agile. Cambio con quick-shift, manopole riscaldabili e borse originali sono solo alcune delle opzioni, con prezzo in definizione.

Lo scooter sostenibile e futuribile: Bmw CE 04

Il nome Bmw CE 04 evoca più un androide che una due ruote, ma lo scooter elettrico sostenibile e futuribile è progettato per vivere con tecnologia e stile da electric star le grandi città, con una rivoluzione silenziosa. Geometricamente diverso con batteria in basso, ha posizione di guida eretta con seduta rilassata, che induce sensazioni galleggianti: se ci sono curve, sembrerà d’essere su una tavola da surf.

Lo scatto senza rumore al semaforo (da 0 a 50 km/h in 2,6 secondi) fa sentire il guidatore un passo avanti agli altri, ma c’è anche a potenza ridotta a 11 o 23 kW. La batteria è da 8,9 kWh con autonomia di circa 130 km/h (100 per le altre). Display da 10,25 pollici con navigatore e connettività. Il tutto a 12.550 euro più qualche accessorio, volendo.

Touring crossover: Honda NT1100

Tra le moto più belle del 2022, non poteva non stupire il maggior costruttore al mondo, con una nuova interpretazione di touring crossover: Honda NT1100 è particolare, con elevata protezione aerodinamica e comfort per lunghe distanze, missione elettiva. Ha di serie valigie laterali, manopole riscaldate, cruise control e cavalletto centrale, in più il comfort deriva anche dalla protezione aerodinamica con parabrezza regolabile su cinque posizioni.

La nuova NT1100 sfrutta il cuore della Africa Twin: motore bicilindrico parallelo di 1.084 cc da 102 CV e 104 Nm di coppia, con cambio manuale o a doppia frizione a sei rapporti. La struttura ha ridotto l’altezza della sella a 820 mm da terra che, unitamente alla ciclistica mirata alla strada, lavora con sospensioni a escursione maggiorata a 150 mm.

Tecnologia con aiuto alla guida dalle tre modalità con una personalizzabile. Cruscotto touch da 6,5” con connettività Android/Apple e Bluetooth. Pronta per macinare chilometri in sicurezza (il serbatoio è da 20 litri) come per la guida quotidiana, ispirandosi alla filosofia di successi Honda come Deauville e Pan European, con aspetto seducente. Tre le tinte offerte: Matte iridium grey metallic, Pearl glare white e Graphite black, con prezzi da 14.490 euro.

gentleman settembre 2022

 

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo