Classifica – I migliori capispalla da avere

Dal caban al piumino, sono gli 8 migliori capispalla, pezzi cult da acquistare, conservare e tramandare. I nostri gentlemen li hanno votati con un sondaggio su Instagram e, inaspettatamente, il primo posto lo ha conquistato il classico cappotto…ma vediamo tutta la classifica nel dettaglio

1. Ulster Coat. Il cappotto da città di origine irlandese nella versione di Ralph Lauren. Realizzato in Donegal tweed, prende il nome dall’omonima provincia irlandese in cui si produce il tessuto, i cui abitanti erano soliti indossarlo.

2. Caban. La giacca della Marina militare britannica rivisitata da Herno in chiave tecnica. Anche chiamato Pea Coat, Peacoat o Pea Jacket, è un giaccone usato dai marinai della Royal Navy per proteggersi da freddo, vento e pioggia. Realizzato con un tessuto composto da lana pesante, originariamente il Melton prodotto nell’omonimo distretto del Leicestershire, Inghilterra.

3. Barbour. Il giaccone impermeabile inventato da J. Barbour & Sons, Tailors and Drapers, produttori di cappotti e giacconi pensati per pescatori, marinai ma anche per i cacciatori, è il simbolo dell’aristocrazia inglese. Di quell’essere gentleman a tutto tondo. Avere un Barbour vuol dire vivere la natura, essere ecologici, la giacca dura una vita , grazie ai servizi di riparazione e riceratura che offre l’azienda e da quest’anno il vecchio giaccone si può riciclare in cambio di un buono per una nuova giacca.

4. Fields Jacket. O forse dovremmo dire M-65. Perché 1965 è il suo anno di nascita. Questa giacca testosteronica è stata realizzata sulla base degli standard dell’US army come evoluzione moderna delle precedenti M-51 e M-43, capi usati durante la guerra di Corea e la Seconda Guerra. Una giacca che più si stropiccia e si usa più diventa bella. Qui nella versione color tabacco di Aspesi.

5. Piumino. La storia del piumino nasce da un incidente. O forse è più epico c dire da un’avventura. Quando l’escursionista di Seattle Eddie Bauer, nel 1935, dopo una battuta di pesca nella Olympic Peninsula, in Alaska si accascia sudato per la fatica e rischia l’ipotermia. Questa vicenda gli fece capire che non esisteva, sul mercato, una giacca abbastanza leggera, calda e impermeabile allo stesso tempo, per gli sport invernali. Così lavorò con alcuni fornitori di piuma d’oca per dare vita nel 1936 alla prima giacca in piuma d’oca.

6. Loden. Un cappotto realizzato con un tessuto che affonda le sue origini nel medioevo. quando contadini del Tirolo e dell’Alto Adige tessevano la pura lana grezza per creare giacche per proteggersi dal freddo e dalla neve. Il Loden diventa un capo cult quando viene dall’imperatore Francesco Giuseppe durante una battuta di caccia. Gentleman ha scelto un classico di Schneiders.

7. G9 Harrington. O detto comunemente Baracuta, dal marchio che lo ha inventato. Il giubbotto di Steve McQueen per eccellenza, ma anche quello dei giovani intellettuali del 68. Ribelle con stile.

8. 4 Ganci Fay. Un giaccone iconico, creato dal marchio Fay per i pescatori e i vigili del fuoco. Un classico esempio di come il workwear è entrato nel guardaroba del gentleman.

 

 

gentleman luglio 2022 speciale sport

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo