South Garage. La moto come stile di vita

di Samantha Primati

Milano,  in via Eugenio Brizi 2/4, non è l’inizio di una canzone d’autore ma l’indirizzo di un luogo in cui passione e visioni si incontrano. Un universo che avvolge il lifestyle del Gentleman contemporaneo. Questo è South Garage. Nell’anno del suo decimo anniversario il fondatore, Giuseppe Carucci, racconta a Gentleman la storia di questo luogo magico

gentleman moto passione lifestyle triumphG. Da dove nasce la passione per la moto?
G.C. È qualcosa scritto nel Dna, ho iniziato a camminare e ad andare in moto nello stesso momento. Un amore infinito. La passione per la moto è qualcosa di innato in ciascuno di noi senza mezze misure, o piace o non piace. Inoltre per me la moto rappresenta uno status, è l’espressione di uno stile di vita. E un contenitore di grandi emozioni. Poi io sono nato vicino ad Amalfi, la Costiera per me è sinonimo di due ruote.

G. Dieci anni un traguardo importante, quando è iniziata la storia di South Garage e la passione è diventata business?
G.C. Io sono laureato in economia con una specialistica in management di impresa con master in fashion and luxury management. Numeri e creatività. Un dualismo che mi ha sempre contraddistinto. Dopo un’esperienza a New York sono approdato a Milano. Qui Le dinamiche del mondo dell’alto di gamma mi hanno catturato e proprio qui ha iniziato a prendere forma il progetto. L’idea era quella di far diventare la moto un oggetto di status e di ribaltare completamente le logiche commerciali legate il mondo delle due ruote. Concentrando il progetto non tanto sul prodotto quanto sull’esperienza.

gentleman moto passione lifestyle triumph

G. Poi a Milano c’era il motoquartiere inondato di cultura hipster
G.C. Esattamente e ispirato da Renzo Rosso, che volle vendere il denim agli americani sulla FifthAvenue, la mia ambizione fu di voler vendere le moto personalizzate nel cuore di Milano all’interno del motodistretto allora nascente (grazie allo sbarco di Deus nel capoluogo lombardo). La miccia la fece esplodere L’Eicma, lì il nostro studio presentò un modello di moto personalizzata che si fece molto notare…perché quella era la mia idea. Esprimermi attraverso un brand, raccontare una filosofia. Un mondo. In quell’occasione arrivò Triumph che mi chiese di collaborare. Avevamo una visione comune riposizionare il brand connotando e rafforzare la loro immagine dal gusto classico nostalgico. Valorizzando l’essenza e rendendo molto più fascinoso il loro prodotto. Il rapporto si consolidò, e oggi siamo il concessionario ufficiale oltre all’unico che personalizza le loro motociclette.

gentleman moto passione lifestyle triumph

G. Come definirebbe oggi South Garage?
G.C. Lo definirei South Garage Motorcycle &Lifestyle, un destinazione esperienziale fatta di business complementari che si legano tra loro in modo sinergico e a loro volta si legano a Triumph. Oggi presidiamo tre ambiti di business, la boutique di abbigliamento, il bistrot con il foode l’atelier che è la nostra expertise. Certo il nostro core business resta la vendita di moto, ma noi vogliamo che avvenga all’interno di un universo che fa sognare. Una creatura nuova. In cui prodotto, emozioni e sensi si trovano coinvolti.

G. Qualità, ricerca, stile, design, bellezza..
G.C. Sono valori molto cari, ma soprattutto un mantra che ci identifica agli occhi dei consumatori, esigenti e affezionati. La coerenza diventa fondamentale in tutti business complementari. Dal food and drink alla customizzazione.

gentleman moto passioni steve mcqueen sport illustrated
La moto che guida Steve McQueen sulla copertina di Sport Illustrated è una rarissima Husqvarna 400Cross del 1971 è esposta nel bistrot di South Garage.

G. Quali sono le vostre icone di riferimento?
G.C. Steve McQueen, James Dean e Marlon Brando. Venendo ai nostri giorni, David Beckham, Bradley Cooper.

G. Com’è il vostro approccio alla customizzazione?
G.C. La fiducia reciproca è il punto di partenza. Poi con discrezione cerchiamo di offrire gli strumenti al cliente per riversare sulla moto la propria personalità. Un gioco fatto di capacità tecnica, conoscenza e grande sensibilità. Vogliamo sorprenderlo con autorevolezza. Non stravolgiamo mai le moto, semplicemente da ogni oggetto facciamo emergere la personalità di chi sarà il proprietario. Parola d’ordine «stravolgere senza sconvolgere».

gentleman moto passione lifestyle triumph

G. Quindi chi è il vostro bikers ideale?
G.C. Un professionista, un uomo appassionato, che non ambisce a esibire ma semplicemete ha uno stile di vita sobrio e si gode il lusso come esperienza esclusiva e discreta.

G Quale sarà il futuro di South Garage?
G.C. Un club in cui i Gentleman che hanno in comune gli stessi valori possono frequentare per condividere le proprie passioni, dalle moto al cibo fino agli orologi. Un luogo dove staccare la spina e rigenerarsi. A breve infatti si inaugurerà lo speak easy. E l’estate sarà colma di eventi proprio per celebrare il nostro decimo compleanno.

 

 

 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo